Agata e il suo esordio

Oggi abbiamo con noi Agata, una giovane scrittrice che ci parla della sua opera d’esordio. Leggete la mini intervista e se vi va acquistate la sua fatica con il link in calce a questo articolo.

Ciao e benvenuta in ParoleVacanti

Ciao.

E poi sboccia un sorriso è la tua opera d’esordio, ce ne parli un poco?

E poi sboccia un sorriso è una raccolta di cinque racconti di giovani donne che s’innamorano, ma devono fare i conti con i loro complessi e con le difficoltà della vita quotidiana.
Sono storie brevi, fresche e con finali che strappano un sorriso.

Da dove nasce l’ispirazione?

Sai, conosco tante donne e tante ragazze che leggono riviste di narrativa rosa e ho pensato di riprodurre, in piccolo e con grande umiltà, qualcosa del genere in formato ebook. Comodo poter leggere in treno, sul tram o al parco mentre i bambini corrono in bici tenendo in mano solo un telefonino, no?

Cos’altro ci farai leggere?

Sto scrivendo un romanzo che racconta la storia ironica e un po’ ingenua di una ragazza imbranata. Un lavoro più impegnativo che si concentra sull’evoluzione dei personaggi protagonisti.

Grazie per essere passata.

 Grazie a te per avermi dedicato uno spazio in ParoleVacanti

Giovanni Rispo

Nasco in provincia di Napoli, ma girovago per tutta Italia. Scelgo di laurearmi in antropologia, affascinato dall’essere umano e dalle sue contraddizioni, ma mi specializzo in Editoria e Scrittura. Parlo poco ma scrivo molto: romanzi, post e articoli di giornali. Vivo il quotidiano credendo poco nel futuro, ma spero che un giorno si sistemi tutto. Questo sono io, incoerente ma simpatico.